CHAS-RESER-SWET | WALL-PAPER

28 settembre 2018
Posted in current, mostre
28 settembre 2018 Livio Ninni

FROM: 02/11/2018 – TILL: 12/12/2018

ENG

WALL-PAPER
A collective exhibition about sketches and graffiti-lettering

Wall-Paper is a collective, site-specific, installation created by three historic members of the european graffiti scene: Chas (NL), Reser (IT) and Swet (DK). These artists, who always had an innovative but consistent spirit, are internationally recognized for their 30 years long experience in the lettering development.

The main theme of the exhibition is the sketch, which is the starting point of each project of a graffiti-writer.

The site-specific installation will be assembled by recreating an environment in which the paper is the predominant element: hundreds of sketches will be stuck to the walls and recreating the chaos that is often present in an artists’ studio.

The sketches presented will be instinctive, fresh, mostly monochromatic. They represent the core of projects that will later take life in a public environment. This kind of approach is typical of most writers: skillfull gestures, speed of execution, improvisation and freedom are key points of this movement.

BIO CHAS

At the end of the 80s a young teenager, bored by school and without a real goal in his life, began to notice that people wrote words and strange forms on the walls of his hometown. He was fascinated by this new thing called “graffiti” and almost immediately fell in love with it.

In 1989 he got his hands on a copy of “Subway Art” and start collecting some spray.

Today Chas earns his living as a professional graffiti artist and is still very much in love with painting. His style has evolved and is now more abstract, clearer and with a more refined palette, but the core of his paintings will always be letters.

Because the love for letters remains.

Love for the graffiti

BIO RESER

He began painting in the summer of 1994, inspired by the walls and by the graffiti that he saw on the railway lines in Amsterdam and Paris.

Back then graffiti were not that common in Turin, but one night he was lucky enough to meet Spyder, one of the first graffiti-writers in the city.

From that day on he never turned his back on the spray, bringing his style into the major European capitals and becoming a point of reference in the international graffiti scene.

BIO SWET

Since the 80s SWET has been an undeniable presence in the international graffiti-writing scene, influencing new generations with his extremely well executed paintings and making history in the development of a European style.

Famous for its lively letters and its colorful masterpieces, SWET never fail to amaze in a scene that is constantly evolving.

IT

Wall-Paper è un’installazione collettiva realizzata da tre nomi storici del graffiti-writing europeo: Chas (NL), Reser (IT) e Swet (DK). Artisti riconosciuti a livello internazionale per la loro ricerca e coerenza, quasi trentennale, nello sviluppo del lettering.

Il soggetto principale è lo sketch, punto di partenza nella progettazione e studio dei pezzi dei graffiti-writer. L’installazione site-specific sarà realizzata ricreando un ambiente in cui la carta è l’elemento predominante, centinaia di bozzetti verranno applicati alle pareti e nell’intero spazio ricreando il caos che spesso accompagna gli studi degli artisti.

Gli sketch presentati saranno istintivi, realizzati di getto, perlopiù monocromatici, studi veloci alla base di progetti che poi si sviluppano in ambienti pubblici. Questo tipo di approccio è tipico della maggior parte dei writer, gestualità, velocità di esecuzione, improvvisazione e libertà sono punti cardine di questo movimento.

BIO CHAS

Alla fine degli anni ’80 un giovane adolescente, annoiato dalla scuola e senza un vero obiettivo nella sua vita, iniziò a notare che le persone scrivevano parole e strane forme sulle pareti della sua città natale. Era affascinato da questa nuova cosa chiamata “graffiti” e quasi subito se ne innamorò.

Nel 1989 ha messo le mani su una copia di “Subway Art” ed inzia a collezionare alcuni spray. Oggi Chas si guadagna da vivere come un graffitista professionista ed è ancora molto innamorato della pittura. Il suo stile si è evoluto, più astratto, più trasparente con combinazioni di colori più sofisticate, ma le fondamenta dei suoi dipinti saranno sempre le lettere. Perché l’amore per le lettere rimane. L’amore per i graffiti

BIO RESER

Inizia a dipingere nell’estate del 1994, prendendo ispirazione dalle pareti e dai dipinti lungo le linee ferroviarie durante i suoi viaggi a Parigi e Amsterdam in treno.

In quegli anni non era comune vedere graffiti a Torino, ma una notte ebbe la fortuna di incontrare Spyder, uno dei primi graffiti-writer della città.

Da quel giorno in poi non ha mai voltato le spalle allo spray, portando il suo stile nelle principali capitali europee e diventando un punto di riferimento nella scena del graffiti-writing internazionale.

BIO SWET

Dagli anni ’80 SWET è stato un’innegabile presenza nella scena del graffiti-writing internazionale, influenzando nuove generazioni con i suoi dipinti estremamente ben eseguiti e facendo la storia nello sviluppo di uno stile europeo.

Famoso per le sue lettere vivaci ed i suoi colorati capolavori SWETcontinua a stupire in una scena che è in continua evoluzione.